Viole 0 4 Foligno
10 dicembre 2017
Rivotorto di Assisi - Comunale "Felici"

L’inciampo di Gabelletta con l’Oratorio San Giovanni Bosco è già uno sbiadito ricordo: il Foligno riprende la propria corsa andando a vincere per 4-0 in casa del Viole (ex) terza forza del campionato di Promozione. Gara comunque difficile, più di quanto non dica il risultato: l’undici di Gigliarelli ha messo agonismo, voglia ed anche qualità offensiva per portare a casa il miracolo, ma i Falchi hanno saputo sfruttare al meglio gli episodi facendo valere la propria esperienza e forza.
LA SFIDA – Di episodi dicevamo sopra: quello che spacca la partita arriva al 37’ della prima frazione. Una lunga azione quella del Foligno, con un cross dalla sinistra di Pagliarini raccolto dalla parte opposta da Cascianelli; appoggio ad Agostini e quindi al limite per Salvucci, il cui non irresistibile tiro trova l’altrettanto non irresistibile risposta di Gorietti. Questo lo 0-1 che ha dato un indirizzo alla partita. Prima in campo un discreto equilibrio, con occasioni da ambo le parti: Foligno pericoloso al 4’ con un diagonale di Cavitolo bloccato e terra e all’ 11’ con un colpo di testa di Gjinaj da ottima posizione concluso alto; Viole che risponde al 10’ con una zuccata in mischia di Da Silva da poco fuori e al 16’ con Fagotti avviato in profondità che riesce a seminare Petterini, trovando però in area la pronta e ottima risposta di Roani. Queste le azioni salienti. La rete di Salvucci poi ha permesso, come detto, al Foligno di chiudere avanti il primo tempo. Avvio di ripresa che vede il Viole all’attacco a testa bassa e bianco-azzurri che con qualche patema riescono comunque a resistere. E, pure, a ripartire: al 7’ Cascianelli riesce a trovare campo per la sgroppata a destra, ma il suo destro sul primo palo trova il legno a respingere. Quando si arriva al 16’, però, il Viole non è così fortunato: Cavitolo avvia Braccalenti sulla sinistra; l’attaccante arriva sul lato corto dell’area e piazza un bellissimo destro a giro che si insacca all’incrocio (0-2). Nonostante la buona volontà, per i locali è una mazzata e il Foligno riesce a gestire abbastanza bene. Nel finale, poi, gli uomini di Armillei arrotondano il risultato: al 41’ Gentili realizza la prima rete stagionale spingendo in porta in mischia un pallone non trattenuto da Gorietti su azione d’angolo; poi al 48’ è Braccalenti (che raggiunge Gjinaj a 15 reti in classifica marcatori) a mettere dentro a porta vuota in seguito a respinta di Gorietti su tiro di Cascianelli, scattato sul filo del fuorigioco. Raggiunto il platonico titolo di “campione d’inverno” con un turno di anticipo, domenica al “Blasone” si chiuderà il 2017 contro la Nuova Gualdo Bastardo, formazione allenata dal folignate Stefano “Bobo” Proietti e nuova terza forza del campionato.

Queste le dichiarazioni del tecnico del Foligno Antonio Armillei: «Siamo partiti bene, poi ci sta di subire qualche situazione, ma a mio avviso non abbiamo concesso palle gol limpide al Viole. Abbiamo fatto un buon primo tempo, poi solo in avvio di ripresa a mio avviso abbiamo sofferto. Dopo il 2-0 la partita è stata in discesa. Gara dura: loro hanno dei grandi valori, non sono lassù per caso. Aver vinto questa sfida è un grande segnale».

VIOLE – FOLIGNO 0-4
VIOLE: Gorietti, Da Silva, Lilli, Mattioli, Mezzasoma, Loreti, Baglioni (25’ st Tofi), Hoti (25’ st Beshiri), Fagotti, Buffa, Memaj (32’ st De Paoli).
A disp.: Pezzella, Rossi, Palmieri, Fronduti. All.: Gigliarelli.
FOLIGNO: Roani, Ziarelli, Pagliarini, Salvucci, Petterini, Baldoni, Gjinaj (22’ st Gentili), Agostini (40’ st Giabbecucci), Braccalenti, Cavitolo (32’ st Toma), Cascianelli.
A disp.: Stoppini, Montanari, Bucciarelli, Acciarresi. All.: Armillei
ARBITRO: Carpigna di Gubbio (Servillo di Terni – Proietti di Terni).
MARCATORI: 37’ pt Salvucci, 16’ e 48’ st Braccalenti, 41’ st Gentili (F).
NOTE: gara giocata a Rivotorto di Assisi. Spettatori: 250 circa. Ammoniti: Da Silva, Baglioni, Fagotti (V), Gentili (F). Angoli: 6-7. Recupero: 1’ pt e 4’ st.

Comments

comments