Super prestazione a Santa Maria degli Angeli: 3-1 e +5 sullo Spoleto

Prestazione super condita da una vittoria importantissima per 3-1 che vale l’allungo sullo Spoleto. Un pomeriggio perfetto quello del Foligno a Santa Maria degli Angeli. Contro un avversario in salute, che veniva da 8 punti in 4 gare, i Falchi di Antonio Armillei hanno veramente tirato fuori gli artigli. Prova maiuscola da parte di tutti. Ottenere tre punti in casa Angelana non è mai facile, ma i bianco-azzurri hanno saputo far divertire e gioire i tanti sostenitori in tribuna al “Migaghelli”.
LA CRONACA – Foligno ancora senza Pagliarini e con Francioni nuovamente out. Spazio a Pettinelli dietro e a Salvucci in mediana. L’avvio della squadra di Valentini è di quelli importanti: l’Angelana cerca di alzare il ritmo e di sorprendere i bianco-azzurri, che però, dopo l’inizio difficoltoso, pian piano prendono le misure agli avversari. La prima vera occasione per il Foligno al 22’, con un tiro da fuori di Gorini su cui l’ex Mazzoni si distende a deviare in tuffo. Come detto, la truppa di Armillei con il passare dei minuti riesce a prendere campo e alla mezz’ora passa. Da corner battuto da Gorini, è Zanchi di testa a firmare l’1-0 di testa e il suo primo gol in campionato. Subito c’è la reazione dell’Angelana, con Bastianini che mette in area un interessante pallone per Ubaldi, altro ex, ma Roani è perfetto e tempestivo nell’uscita. I Falchi mantengono lucidità e concentrazione, gestendo il pallone e cercando di colpire di nuovo i padroni di casa. Però, in chiusura, arriva a sorpresa il pareggio dei giallo-rossi: Ubaldi si inserisce benissimo su un cross dalla sinistra di Catani ed insacca da distanza ravvicinata. Il colpo subìto a fine tempo però non fa perdere certezze al Foligno. Bastano 5’ del secondo round per tornare in vantaggio. Peluso scatta sulla sinistra e supera in velocità la retroguardia locale e indirizza verso il primo palo, dove Mazzoni respinge; ci prova allora Gorini in tap-in, ma ancora Mazzoni va a salvare, ma non può nulla sul nuovo tentativo da due passi di Peluso. Adesso il Foligno può gestire la situazione di nuovo: in difesa si rischia poco o nulla (la difesa mura il solito Ubaldi al 40’), mentre Mazzoni ha il suo bel da fare ancora sul solito Peluso, che al 21′ gli indirizza verso la porta un’ insidiosissima punizione e che poi al 41′ gli si presenta a tu per tu. Entrambe le volte la spunta il portiere, tra l’altro folignate doc. Nel recupero comunque il Foligno riesce a chiudere definitivamente i giochi: fantastica l’azione di Giabbecucci che si fa tutta la fascia sulla sinistra in maniera dirompente; il classe 2000 offre poi a Peluso un cross perfetto da spingere in rete di testa. È gioia grande per i tifosi folignati, considerato anche che il contemporaneo ko casalingo dello Spoleto secondo in classifica con il Castel del Piano permette ai Falchi di volare a +5. Un grande pomeriggio.

Queste le dichiarazioni del tecnico Antonio Armillei al termine del match: «Una vittoria importantissima frutto di una grande prestazione, tolti i primi 10’. Ottimo il primo tempo, abbiamo preso gol solo su un episodio. Credo che anche nella ripresa siamo andati meglio noi. Il risultato negativo dello Spoleto completa la nostra giornata. Noi però dobbiamo guardare a noi stessi e non agli altri. Faccio i complimenti a tutti i miei ragazzi».

ANGELANA-FOLIGNO 1-3
ANGELANA (4-4-2): Mazzoni; Barbacci (21’ st Passeri), Piccinelli, Burini, Scopetti; Catani, Ubaldi, Bartolini (42’ st Cirocchi), Bastianini (39’ st Capitini); Confessore (16’ st Muzhani), Fondi.
A disp.: Lenzi, Barbini, Cammerieri, Ragusa, Cristofani. All.: Valentini
FOLIGNO (4-3-1-2): Roani; Pettinelli, Zanchi, Petterini, Pinsaglia; Salvucci, Gorini, Giabbecucci; Ventanni (42’ st Tempesta); Gjnaj (34’ st Cascianelli), Peluso.
A disp.: Meniconi, Baldoni, Poli, Materazzi, Rossi, Federiconi, Giannò. All.: Armillei.
ARBITRO: Volpe di Vibo Valentia (Assistenti: Suriani di Perugia – Spena di Perugia)
MARCATORI: 30’ pt Zanchi (F), 45’ pt Ubaldi (A), 6’ e 46’ st Peluso (F).
NOTE: spettatori 400 circa. Ammoniti: Catani (A). Angoli: 2-5. Recupero: 1’ pt e 5’ st.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *