Un secondo tempo dominato, ma non basta per vincere (1-1)

Un secondo tempo con “il sangue agli occhi” e una prestazione di grande qualità ed intensità non sono bastati al Foligno per avere ragione del Lornano Badesse. I ragazzi di Armillei devono accontentarsi dell’1-1 interno contro i toscani: passati in svantaggio per un’autorete rocambolesca in un primo tempo abbastanza equilibrato (in cui gli ospiti hanno anche sfiorato il 2-0), i Falchi hanno acciuffato il pari a inizio ripresa, poi nel forcing dell’ultima mezz’ora il gol del sorpasso, seppur meritato, non è arrivato.
Al “Blasone” è tornato anche il pubblico, anche se solo per questa domenica, visto il nuovo DPCM che di fatto richiuderà gli stadi fino al 24 novembre. Grande lo sforzo organizzativo da parte della società, che ha predisposto con cura le varie vie d’accesso e i posti per gli spettatori, che all’ingresso sono anche stati fatti passare sotto un tunnel sanificante. Il popolo folignate ha risposto con calore, sostenendo la squadra fino alla fine e facendola uscire tra gli applausi nonostante la mancata vittoria.
L’OSPITE – A rendere un po’ più speciale questa giornata anche la presenza dell’attrice pugliese Irene Antonucci che, su invito del vice-presidente Marco Mezzenga, è venuta ad assistere al match e che dal prossimo 4 novembre sarà giudice, insieme a Rita Pavone, J-Ax, Anna Tatangelo e Francesco Renga, della trasmissione in prima serata di Canale 5 “All Togheter Now”, condotta da Michelle Hunziker.
LA SFIDA – Ma addentriamoci nella gara. Partita vivace in avvio, con il Foligno che palleggia bene e cerca di stazionare nella metà campo avversaria. Il primo squillo è al 10’, con la bellissima conclusione da fuori area di controbalzo di Piancatelli che sorvola di poco la traversa. Risposta dei toscani al 14’: punizione insidiosissima di Riccobono sui cui Meniconi deve volare; nel batti e ribatti poi Aldrovandi si rifugia in qualche modo in angolo. Dalla palla scodellata dalla bandierina, però, arriva il vantaggio ospite, con una sfortunata deviazione in mischia di Aldrovandi prima e di Nuti poi che colgono controtempo Meniconi (0-1). Il Falco fatica a ricomporsi dopo lo svantaggio e al 28’ il Badesse è ancora pericoloso in ripartenza: falcata di Sorrentino sulla sinistra e palla scaricata indietro per Riccobono, che fa venire i brividi al “Blasone” calciando di poco a lato. I ragazzi di Armillei ci mettono buona volontà e con determinazione provano a forzare la diga degli ospiti, che però spazzano tutto quello che arriva nei 18 metri senza pensarci due volte. Poi al 43’ ha una buona palla Mancini, che dialoga con Zerbo e da questo è lanciato verso Lombardini, ma l’attaccante si allarga troppo e il sinistro finisce sull’esterno della rete. Ripresa che non cambia nell’andamento, almeno inizialmente: Foligno che aggredisce ma si allunga, anche esponendosi ai contropiedi del Badesse. Al 6’, infatti, i toscani partono dalla loro area e arrivano fino a quella folignate, con Riccobono che impegna a terra Meniconi. Al 10’ bel sussulto dei padroni di casa: lo scambio Zerbo-Marianeschi avvia in area Settimi che conclude forte, ma Lombardini ci mette i pugni. Il pareggio è rimandato di una manciata di secondi: Settimi sgroppa sulla destra e mette dentro, dove Mancini di prima intenzione mette sul primo palo un destro secco a mezz’altezza (1-1). A questo punto comincia un’altra partita. Foligno che ruggisce ancora al 15’: bella azione di ripartenza con Piancatelli che lancia Zerbo; fuga sulla sinistra e palla rimessa al limite per Piancatelli che, chiuso, allora allarga per Settimi che non ci pensa due volte e tira in diagonale, ma Lombardini gli dice ancora di no. Il Falco gioca bene e diverte, andando vicino al gol anche al 20’: Settimi con una palla delicata a scavalcare la difesa serve splendidamente Zerbo, che però impatta male al volo davanti al portiere. Si gioca ormai a una metà campo sola, con gli ospiti che non ne hanno più: al 23’ cross di Colarieti che attraversa tutta l’area senza essere raccolto da Mancini o Zerbo; dalla parte opposta arpiona comunque Marianeschi che però sulla sua sassata trova ancora la grande risposta del portiere avversario. È continuo l’assedio del Foligno che al 39’ sbatte ancora su Lombardini, che respinge clamorosamente sottomisura un pallone vagante arpionato e calciato da Mancini in seguito a un’azione insistita. Nonostante la tanta voglia di vincere, i Falchi non riescono a trovare il gol del successo e devono accontentarsi del pari.

Queste le dichiarazioni del tecnico del Foligno Antonio Armillei al termine del match: «Innanzitutto vorrei ringraziare tutte quelle persone che si sono impegnate e prodigate per tutta la settimana nell’organizzazione dell’accesso del pubblico allo stadio. Ci è dispiaciuto non aver regalato ai nostri tifosi un successo che volevamo fortemente. La squadra ha offerto una grande prestazione: abbiamo creato tante occasioni, il secondo tempo si è giocato a senso unico. Sotto porta dobbiamo essere più cattivi e determinati: si deve finalizzare quanto prodotto. Questo è l’unico neo: la squadra ha dato tutto, anche nel primo tempo, in cui abbiamo speso tanto e anche rischiato dopo lo svantaggio. Nella ripresa abbiamo dominato ma dobbiamo essere più cattivi. Per me sono due punti persi però, ripeto, non posso rimproverare null’altro ai miei».

FOLIGNO – LORNANO BADESSE 1-1
FOLIGNO (4-3-1-2): Meniconi; Colarieti, Nuti, Aldrovandi, Giannò; Settimi (31’ st Giabbecucci), Sanseverino, Marianeschi; Piancatelli (31’ st Fiki); Zerbo, Mancini.
A disp.: Roani, Dondoni, Dell’Orso, Ortolani, Rossi, Currieri, Piermarini. All.: Armillei.
LORNANO BADESSE (4-3-3): Lombardini; Bonechi, Manganelli, Ghinassi, Gargano; Di Blasio (17’ st Chiti), Guidelli, Frosinini (24’ st Islamaj); Riccobono (33’ st Corsi), Castellani (25’ st Motti), Sorrentino (40’ st Discepolo).
A disp.: Federici, Ammannati, Broccoli, Cecconi. All.: Guarducci.
ARBITRO: Zanotti di Rimini (assistenti: Tagliaferri di Faenza – Merciari di Rimini).
MARCATORI: 15’ pt aut. Nuti (LB), 10’ st Mancini (F).
NOTE: spettatori 350 circa. Ammoniti: Giannò (F), Mancini (F), Sorrentino (LB), Chiti (LB), Manganelli (LB), Aldrovandi (F), Ghinassi (LB). Angoli: 7-3. Recupero: 2’ pt e 5’ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *